Circolare 02/2019 - Assolvimento imposta di bollo

CIRCOLARE 02/2019

Bologna, 25 marzo 2019

OGGETTO: Assolvimento imposta di bollo

Il versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche e sui documenti informatici deve avvenire, con modalità virtuale, con le seguenti scadenze:

  • Per le fatture elettroniche emesse nel 2018 entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, quindi entro il 30 aprile 2019;
  • Per le fatture elettroniche emesse dal 1° gennaio 2019 il pagamento dovrà essere effettuato entro il giorno 20 del trimestre successivo a quello di riferimento, e non più entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, quindi entro il 20/4, 20/7, 20/10 e 20/1

Sarà l’Agenzia delle Entrate a comunicare al termine di ogni trimestre l’importo dovuto a titolo di imposta di bollo sulle fatture elettroniche per quanti vi siano obbligati.
L’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione sul proprio sito un servizio che consentirà agli interessati di pagare l’imposta di bollo con addebito su conto corrente bancario o postale oppure utilizzando il modello F24 predisposto dall’Agenzia stessa.
Il codice tributo è “2501” denominato “imposta di bollo su libri registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari – articolo 6 del Decreto 17 giugno 2014”.
Le fatture elettroniche devono riportare la dizione: “imposta di bollo assolta in modo virtuale ai sensi art. 6 D.M. 17.6.2014”.
La tabella che segue riporta le principali fattispecie di applicazione (o meno) dell'imposta di bollo (D.P.R. del 26.10.1972 n. 642, e successive modifiche) in caso di emissione di fattura:

Sulle fatture di importo inferiore a euro 77,47 la marca da bollo non va mai applicata.
Tuttavia, se la fattura evidenzia contemporaneamente importi soggetti ad IVA e importi non soggetti, la marca da bollo va applicata solo qualora gli importi non soggetti ad IVA siano superiori a 77,47 (C.M. 2.01.1984, n. 301333 e R.M. 3.07.2001, n. 98).

Restando a disposizione per qualsiasi chiarimento dovesse necessitare porgiamo cordiali saluti.

 

Don't be afraid of change