25-26 settembre 2015 Convegno a Gardone - Il nuovo scenario della fiscalità internazionale - Lotta ai paradisi fiscali e alle politiche fiscali aggressive - Gli incentivi alla “compliance tributaria”

Vi segnalo l’appuntamento alla 23^ edizione del convegno di diritto e fiscalità internazionale, organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Brescia che si terrà a Gardone Riviera nei giorni 25 e 26 settembre, dal titolo :

Il nuovo scenario della fiscalità internazionale - Lotta ai paradisi fiscali e alle politiche fiscali aggressive - Gli incentivi alla “compliance” tributaria”, un'ottima occasione per tenersi aggiornati.


Ecco la presentazione del dott. Federico Venturi collega di Brescia e Membro del Comitato Organizzativo del Convegno

Il titolo del convegno del 25 e 26 settembre 2015 a Gardone Riviera riesce, a mio avviso, a riassumere in tre righe la “rivoluzione copernicana” che ha investito il mondo economico e tributario.
Tutto affonda nella crisi post 2008: il mondo occidentale (e non solo) che affronta la più grande crisi economica dei tempi moderni, promana dalle esigenze finanziarie degli Stati, dalla nuova logica che deve combattere l’iniquità dell’evasione fiscale in un mondo in recessione.
Da qui hanno origine diversi aspetti: “il pugno duro” del G8 con i paradisi fiscali, il nuovo corso dello scambio di informazioni, che non è più un mero intento, ma che sta diventando realtà, le linee guida OCSE BEPS (Base Erosion Profit Splitting) volte a contrastare l’evasione talvolta “smaccata” che alcune multinazionali globali sono riuscite a perpetrare tassando profitti miliardari con solo pochi punti percentuali “di Corporate Tax”, approfittando di normative nazionali inadatte a contrastare “la volatilità” di certi servizi innovativi (volatilità intesa come ridotta correlazione al territorio dove detti servizi vengono prestati ed alta globalizzazione degli stessi) ed infine il nuovo corso degli Stati, e, per quanto ci riguarda quello italiano che cercano “di premiare”, viceversa, i contribuenti “fedeli” e che si dotano di sistemi di “controllo” e di “collegamento” con l’Amministrazione Finanziaria e di legiferare per cercare di arginare alcune “storture” sorte negli ultimi anni quali “l’abuso del diritto” in un contesto di competitività globale.
Questo è quanto i relatori del convegno scelti tra personalità del mondo economico, istituzionale e tra primari pubblicisti nazionali, individuati sempre con cura per la loro “visione illuminata e lungimirante” del diritto tributario, chiariranno negli interventi.
Insomma, un convegno di “grande respiro”, come sempre, dove non mancherà la consueta “vetrina” su due Paesi vicini e lontani di grande interesse per le nostre imprese: USA e Algeria.

Don't be afraid of change