Relazione finale - 1 MARZO 2018 - PRESENTAZIONE DESK BRASILE Fico Eataly World

Relazione finale - 1 MARZO 2018 - PRESENTAZIONE DESK BRASILE Fico Eataly World Photo by Veronica Berselli

Lo scorso 1° marzo, si è tenuto presso il Centro Congressi di Fico Eataly World Bologna, la terza tappa di presentazione del Road Show Desk Brasile.
L’iniziativa nata dall’accordo tra il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e Sescom-SP Sindacato dei commercialisti brasiliani mira a far conoscere le opportunità di investimento in Brasile e le possibili sinergie da avviare tra le imprese italiane e quelle sudamericane attraverso i loro consulenti.

Dopo i saluti istituzionali, la giornata è proseguita con diversi interventi operativi, tra i relatori Anna Tolomelli Direttore Marketing Fabbri 1905 Spa, Stefano Bellucci Responsabile Centro Nord Rete Domestica, Sace spa, Livio Stellati Responsabile Sviluppo territoriale Centro Nord UniCredit, Renzo Regini Responsabile Unicredit San Paolo, Giovanna Ferrara Presidente nazionale di Unimpresa, Dott. Alessandro Lazzaroni Commissione Internazionalizzazione delle imprese ODCEC Bologna, Caroline Trimboli Responsabile del Desk International SESCON SP, Benedicto David Filho Coordinatore della commissione progetti internazionali, Karine De Souza General Manager Kds , ha concluso i lavori Alessandro Bonfiglioli Direttore Generale di Fico Eataly World.

Il Brasile ha un potenziale altissimo in termini di risorse materiali e umane, essendo il 5° paese al mondo per estensione territoriale e popolazione e grazie al recupero delle materie prime e ad una serie di riforme strutturali è prevista una crescita annua del 4%.
E’ apparso subito evidente, però, come le diversità culturali e territoriali possano essere un problema per l’internazionalizzazione in Brasile. La conformazione del territorio grande quanto l’Europa, la suddivisione in Stati federali, la varietà dei dazi doganali e un sistema tributario complesso obbligano a una profonda conoscenza del territorio delle leggi e delle consuetudini commerciali.
E’ bene, quindi, se si vuole approdare in Brasile appoggiarsi a consulenti seri e qualificati che possano consigliare e negoziare le trattative.
Lo Studio è a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Don't be afraid of change